L’immaginazione distorta del potere



In un’intervista rilasciata alla Radiotelevisión Española nell’agosto nel 1978, Mario Benedetti disse che la conseguenza diretta della sua prima visita negli Stati Uniti, nel 1959, fu quella di diventare antimperialista. Benedetti era allora un chimico uruguaiano di 39 anni, e quello fu a tutti gli effetti uno svezzamento politico: fu la presa di coscienza dell’essenza del potere americano. In estrema sintesi: comanda chi impone un’immaginazione. Una manciata di anni dopo quel viaggio, Benedetti scrisse il romanzo Grazie per il fuoco … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin