Licini, la delicatezza del tormento



In una piccola tela del 1927 intitolata Paesaggio fantastico Osvaldo Licini ci ha regalato un proprio sorprendente alter ego: si tratta di un grande capro, visto di spalle, dall’aspetto quasi regale. È alto più delle montagne verso le quali sta puntando lo sguardo, e con la curva delle sue corna disegna un altro paesaggio, appunto fantastico, esattamente rovesciato rispetto a quello che ha di fronte. Il capro-Licini scruta, contempla, e certamente vede cose che vanno ben al di là di … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin