L’ex presidente peruviano Garcia si è ucciso in blitz polizia


L’ex presidente del Perù Alan Garcia si sarebbe tolto la vita nelle scorse ore nella sua residenza di Lima con un colpo di pistola. Il suicidio sarebbe avvenuto durante una operazione di polizia finalizzata ad arrestarlo. Secondo Rpp Radio l’ex presidente dopo l’estremo gesto era stato ricoverato in condizioni gravissime in un ospedale della capitale peruviana dove è morto poco dopo.

Garcia era accusato di corruzione. Presidente del Perù due volte, prima tra il 1985 e il 1990 e poi tra il 2006 e il 2011, Garcia si è sempre proclamato estraneo alle ipotesi che lo vedevano coinvolto in un giro di tangenti ricevute da una società di costruzioni brasiliana per realizzare una linea della metropolitana a Lima.

L’ex presidente l’anno scorso aveva provato a chiedere asilo all’Uruguay, senza ottenerlo. Nella stessa operazione di polizia che avrebbe portato al suicidio di Alan Garcia è stato arrestato anche l’ex segretario generale della presidenza Luis Nava. Giusto ieri l’ex presidente peruviano con un tweet era tornato a difendersi sostenendo che il suo nome non era “in nessun documento, né indicato da nessuna prova” e che le accuse che gli venivano mosse erano solo frutto “illazioni o invenzioni” per poi concludere: “Non mi sono mai venduto ed è provato”. Oggi il tragico epilogo.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin