L’esercito delle sentinelle cyber



Quando lo scorso anno l’attivista taiwanese Lee Ming-che è stato condannato dalle autorità cinesi a cinque anni di detenzione per «sovvertimento del potere dello Stato», a sostegno della sua colpevolezza l’accusa ha fatto riferimento a una serie di post pro-democrazia scritti mentre si trovava a Taiwan e pubblicati su Facebook, il social network americano inaccessibile nella mainland senza una vpn, strumento che camuffa l’indirizzo Ip sfuggendo alle maglie della censura. Pochi mesi più tardi, nella provincia meridionale del Guangdong, il … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin