Lecce, 30 arresti per mafia


carabinieri

Trenta persone sono finite in manette dalle prime ore di oggi a Lecce nel corso di una importante operazione dei carabinieri finalizzata a decapitare un clan legato alla Sacra Corona Unita.

19 persone sono finite in carcere, per altre 11 sono stati disposti gli arresti domiciliari. Le accuse contestate a vario titolo agli indagati vanno da associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti a danneggiamento seguito da incendio, ma anche detenzione abusiva di armi e di materie esplodenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, ricettazione, minaccia aggravata, porto abusivo di armi, sequestro di persona e violenza privata.

Tra le persone finite in manette ci sarebbe anche un elemento di spicco della Sacra Corona Unita, già noto alle forze dell’ordine, la cui identità sarà diffusa in conferenza stampa nel corso della giornata. Tra i nomi coinvolti nell’inchiesta c’è anche quello del sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa.

In attesa della consueta conferenza stampa al termine dell’operazione, sull’ondata di arresti odierna è già intervenuto il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, come al solito via Twitter:

30 arresti per mafia nel leccese: stanato dai Carabinieri gruppo criminale accusato di traffico di droga, estorsione, porto abusivo armi, sequestro di persona e violenza privata.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin