Lebel, con i surrealisti a distanza critica



Il lettore più attento collegherà il nome di Robert Lebel alla prima monografia interamente dedicata a Marcel Duchamp nel 1959, peraltro mai tradotta in italiano. Segno, quest’ultimo, di una scarsa attenzione italiana riservata all’intellettuale parigino, il quale, al contrario, fu pensatore di primissimo livello per quanto riguarda le avanguardie artistiche e l’estetica francese del XX secolo. Critico d’arte, poeta, saggista, romanziere, fine conoscitore della pittura antica e collezionista: Lebel fu tutto questo e molto altro ancora. Infatti, oltre all’intensa produzione … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin