le tappe di Alberto Angela


Alberto Angela continua il suo giro nella Penisola dei tesori, partendo da Parma e raggiungendo la Val di Noto, ‘via’ Frasassi.


Terza, e penultima, puntata di Meraviglie – La penisola dei tesori, in onda questa sera, martedì 2 aprile, su Rai 1 dalle 21.25. Alberto Angela riprende il suo giro d’Italia tra le bellezze italiane protette dall’Unesco dopo la pausa dovuta al match dell’Italia per le Qualificazioni Euro 2020 e parte dome sempre da Nord per raggiungere poi i luohgi più suggestivi del Meridione d’Italia.

Meraviglie, anticipazioni 2 aprile 2019: le tappe di Alberto Angela

La terza puntata parte da Parma, di cui si ammirerà la Cupola del Duomo affrescata dal Correggio, la reggia di Colorno, dove rivedremo la duchessa Maria Luigia di Asburgo Lorena, e il Teatro Regio, una delle culle della musica italiana, dove risuoneranno le note di Giuseppe Verdi, particolarmente amato dal rugbista Massimo Giovannelli.

La seconda tappa vede Angela nelle Grotte di Frasassi, un complesso di caverne e cunicoli che si estende per chilometri all’interno delle montagne dell’Appennino marchigiano: ospiti speciali la soprano armena Maria Sardaryan, la cui voce risuonerà tra stalattiti e anfratti, e l’attore Cesare Bocci in veste di testimonial, particolarmente adatto anche per introdurre la terza e ultima tappa della serata.

La puntata, infatti, si chiuderà in Val di Noto, nel cuore dello splendore del Barocco siciliano. Dalla cattedrale di Noto alle bellezze di Modica e Ragusa, molte conosciute al grande pubblico tv per via de Il Commissario Montalbano, che ha scelto nella zona molte delle location della sua ventennale esperienza televisiva. Il testimonial, però, sarà Pippo Baudo, che tra le bellezze del Barocco ci è cresciuto.

A far da filo conduttore alla puntata non ci sarà solo Alberto Angela, ma anche il generale Fabrizio Parrulli, comandante del Nucleo Tutela patrimonio culturale dell’Arma dei Carabinieri, per un bilancio del lavoro finora compiuto, in occasione del 50esimo anniversario della nascita del dipartimento.

 

 


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin