“Le stime verranno smentite dai fatti”


Di Maio e Salvini SNOBBATI DALLA FRANCIA

L’allarme lanciato oggi da Confindustria, che ancora una volta ha corretto al ribasso le stime di crescita per l’Italia nel 2019 e nel 2020, non sono ovviamente passate inosservate ai vertici dell’esecutivo di Giuseppe Conte, che per mesi si sono ostinati a promettere una crescita senza precedenti.

Il leader della Lega Matteo Salvini, come già fatto in precedenza, nega categoricamente quelle stime e rispedisce al mittente l’allarme lanciato: “Verranno smentite clamorosamente dai fatti. È pieno di gufi. Ci hanno sempre ‘cannato’ in passato“.

Il vicepremier Luigi Di Maio, invece, da New York ha fatto trapelare un po’ di preoccupazione e ha replicato anche a Salvini:

Le preoccupazioni di Confindustria sono le nostre. L’epoca dei gufi era quella di Renzi.

Nel mezzo c’è il Ministro dell’Economia Giovanni Tria, in visita a Singapore, che mette invece in guardia dal rischio di una crisi finanziaria globale:

Tutti temono l’arrivo di una crisi Finanziaria che possa provocare una crisi economica globale per una sorta di riflesso condizionato dalla grande crisi del 2008. Il mio timore invece è opposto. Temo che dal rallentamento dell’economia, soprattutto se dovesse accentuarsi, possa nascere una crisi finanziaria globale.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin