Le molte vite di Michael Myers, il «killer di baby sitter»



Come ricorda John Carpenter, quando gli arrivò una chiamata per proporgli un film «su delle babysitter che venivano uccise», gli sembrò da subito «un’idea orribile». Ma il regista – che nel quarantennale dall’uscita del suo Halloween ha ricordato la lavorazione del film in una conversazione con il «New York Times» – voleva continuare a lavorare nel cinema dopo il suo esordio con Dark Star e poi Distretto 13 – Le brigate della morte, e così acconsentì a quella che dopo … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin