Le mappe ricamate del colonialismo



C’è un’isola che è vicino al cielo, piccola come un’ala di farfalla e immersa nel blu di un mare che non è chiuso e solitario come quello (il Mar Caspio) a cui Nazim Hikmet ha dedicato una sua poesia. Anche per Servet Koçyigit (Kaman, Turchia 1971, vive e lavora tra Amsterdam e Istanbul) è più che un semplice luogo geografico: nell’opera Island close to the sky (2015), esposta in occasione della sua seconda personale When the Lion comes out of … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin