L’attore di Suburra Adamo Dionisi arrestato a Viterbo: ha distrutto una stanza d’hotel dopo lite con donna


Il 52enne, che interpreta Manfredi Anacleti nel film e nella serie tv, ha devastato la camera d’albergo in cui si trovava probabilmente durante un violento alterco con la donna che era con lui | Corriere.it
CONTINUA A LEGGERE »

Ha litigato violentemente con una donna e quindi ha distrutto una stanza d’hotel a Viterbo. È stato arrestato Adamo Dionisi, attore 52enne protagonista del film e della serie tv «Suburra», ma dopo l’udienza davanti al gip è stato rilasciato. Dionisi, ex capo tifoso del gruppo ultras laziale Irriducubili, aveva inziato a studiare recitazione quando era detenuto per droga nel carcere di Rebibbia. Il processo si terrà a Viterbo il prossimo 19 gennaio.

L’arresto
Tutto è avvenuto mentre Dionisi si trovata nella sua camera d’albergo, l’hotel Salus Terme di Viterbo: il 52enne ha dato in escandescenze, ha devastato la stanza. Dionisi interpreta il ruolo del boss zingaro Manfredi Anacleti nel film «Suburra» diretto da Stefano Sollima. Lo stesso ruolo è interpretato dall’attore anche in «Suburra – La serie» ispirata al film.

I precedenti
Non è la prima volta che finisce al centro di vicende giudiziarie: capo tifoso degli ultras della Lazio «gli Irriducibili», nel 2001 era stato arrestato dalla Digos per una vicenda di droga ed era finito nel carcere di Rebibbia. Uscito di prigione gli esordi nella carriera di attore, ha recitato in varie pellicole tra cui «Tutta la vita davanti» di Paolo Virzì, «Scialla!» di Francesco Bruni e «Pasolini» di Abel Ferrara.


Link ufficiale: http://static.video.corriereobjects.it/widget/content/playlist/xml/playlist_d5f6003e-7de1-11df-a575-00144f02aabe_dateDesc.xml

Autore dell'articolo: admin