L’Aquila si stringe nel lutto. «Ma c’è voglia di rinascere»



Ventitré secondi, un’eternità. Durò tanto la scossa, fortissima, che il 6 aprile 2009, alle 3.32, piegò l’Aquila e l’Abruzzo intero. Alla fine furono 309 i morti di quel dramma, circa 10 miliardi i danni stimati. Per giorni vigili del fuoco, volontari, uomini della Protezione civile, militari dell’Esercito e le forze dell’ordine scavarono, anche a mani nude, per tentare di salvare quante più vite possibili. DIECI ANNI DOPO la «zona rossa» dell’Aquila è segnata ancora da tante impalcature, strade chiuse, abitazioni … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin