La tragedia dei rohingya trova ascolto a Montecitorio



Il lavoro di raccolta di informazioni, testimonianze, prove che ha portato nel settembre del 2017 il Tribunale permanente dei popoli (Tpp) a emettere una sentenza di genocidio e crimini di Stato perpetrati a danno di Rohingya, Kachin e altre minoranze birmane, finirà nei faldoni della Corte penale internazionale dell’Aja (Cpi). UN’ORGANIZZAZIONE della società civile che per mesi ha raccolto le prove dei crimini birmani, intende adesso passare alla Cpi tutti i materiali che furono presentati alla sessione internazionale di Kuala … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin