“La scomparsa di mia madre” di Beniamino Barrese


E’ ufficialmente partito il Sundance Film Festival 2019.

Il colpo di scena al debutto, con il primo giorno di proiezioni. Robert Redford ha annunciato l’addio al suo Sundance Film Festival, da lui fondato 36 anni or sono. Un appuntamento ormai imperdibile, per il cinema d’autore e indipendente d’America, negli anni diventato trampolino di lancio per giovani registi e pellicole a basso budget. Luca Guadagnino, giusto per citarne uno, partì proprio dal Sundance con il suo Chiamami col tuo Nome, 13 mesi dopo in trionfo agli Oscar.

«Ricopro questo incarico da 34 anni, da quando il festival è iniziato. Penso che siamo arrivati al punto in cui io debba farmi da parte. Ho passato molto tempo nell’introdurre delle novità, ma non penso che questo festival abbia bisogno più di altro».

Queste le parole di Redford, che a fine 2018 aveva già dato il suo addio alla recitazione con l’uscita in sala dello splendido «Old Man & the Gun». Iniziato ieri, il Sundance Film Festival chiuderà il 3 febbraio, con 112 lungometraggi in cartellone, in arrivo da 33 Paesi e con ben 45 cineasti esordienti. 102 di questi lungometraggi sono in prima mondiale, con 4.018 lungometraggi visionati prima di arrivare alla selezione ufficiale. Tra questi un unico italiano, ovvero “La scomparsa di mia madre” (The Disappearance of My Mother) dell’esordiente Beniamino Barrese, in concorso tra i lungometraggi documentari e incentrato sulla mamma Benedetta Barzini, ex top model, musa di grandi artisti, poi giornalista, scrittrice, femminista, docente universitaria.

Tra i film più chiacchierati, ancor prima di farsi vedere, Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile di Joe Berlinger, con Zac Efron nei panni del serial killer statunitense Ted Bundy, Official Secrets di Gavin Hood con Keira Knightley; il thriller Netflix Velvet Buzzsaw con Jake Gyllenhaal; After the Wedding di Bart Freundlich con Julianne Moore e Michelle Williams; il documentario Leaving Neverland di Dan Reed, sulle presunte violenze ai danni di due bambini da parte di Michael Jackson; Honey Boy con Shia LaBeouf e Lucas Hedges; The Boy Who Harnessed the Wind di e con Chiwetel Ejiofor; The Report di Scott Z. Burns con Adam Driver, Annette Bening e Jon Hamm; Troupe Zero di Bert & Bertie con Viola Davis.

U.S. Dramatic

Before You Know It, regia di Hannah Pearl Utt

Big Time Adolescence, regia di Jason Orley

Brittany Runs a Marathon, regia di Paul Downs Colaizzo

Clemency, regia di Chinonye Chukwu

The Farewell, regia di Lulu Wang

Hala, regia di Minhal Baig

Honey Boy, regia di Alma Har’el

Imaginary Order, regia di Debra Eisenstadt

The Last Black Man in San Francisco, regia di Joe Talbot

Luce, regia di Julius Onah

Ms. Purple, regia di Justin Chon

Native Son, regia di Rashid Johnson

Share, regia di Pippa Bianco

The Sound of Silence, regia di Michael Tyburski

Them That Follow, regia di Britt Poulton e Dan Savage

To the Stars, regia di Martha Stephens

U.S. Documentary

Always in Season, regia di Jacqueline Olive

American Factory, regia di Steven Bognar e Julia Reichert

Apollo 11, regia di Todd Douglas Miller

Bedlam, regia di Kenneth Paul Rosenberg

David Crosby: Remember My Name, regia di A.J. Eaton

Hail Satan?, regia di Penny Lane

Jawline, regia di Liza Mandelup

Knock Down the House, regia di Rachel Lears

Midnight Family, regia di Luke Lorentzen

Mike Wallace Is Here, regia di Avi Belkin

Moonlight Sonata: Deafness in Three Movements, regia di Irene Taylor Brodsky

One Child Nation, regia di Nanfu Wang e Jialing Zhang

Pahokee, regia di Ivete Lucas e Patrick Bresnan

Tigerland, regia di Ross Kauffman

Untitled Amazing Johnathan Documentary, regia di Ben Berman

Where’s My Roy Cohn?, regia di Matt Tyrnauer

World Cinema Dramatic

Dirty God, regia di Sacha Polak (Paesi Bassi, Regno Unito, Irlanda, Belgio)

Divine Love, regia di Gabriel Mascaro (Brasile, Uruguay, Danimarca, Norvegia, Cile)

Dolce fine giornata, regia di Jacek Borcuch (Polonia)

Judy & Punch, regia di Mirrah Foulkes (Australia)

Koko-di Koko-da, regia di Johannes Nyholm (Svezia, Danimarca)

The Last Tree, regia di Shola Amoo (Regno Unito)

Monos, regia di Alejandro Landes (Colombia, Argentina, Paesi Bassi, Germania, Svezia, Uruguay)

Queen of Hearts, regia di May el-Toukhy (Danimarca)

The Sharks, regia di Lucía Garibaldi (Uruguay, Argentina)

The Souvenir, regia di Joanna Hogg (Regno Unito)

This is not Berlin, regia di Hari Sama (Messico)

We Are Little Zombies, regia di Makoto Nagahisa (Giappone)

World Cinema Documentary

Advocate, regia di Rachel Leah Jones (Israele, Canada, Svizzera)

Cold Case Hammarskjold, regia di Mads Brügger (Danimarca, Norvegia, Svezia, Belgio)

The Disappearance of My Mother, regia di Beniamino Barrese (Italia)

Gaza, regia di Garry Keane e Andrew McConnell (Irlanda)

Honeyland, regia di Ljubomir Stefanov e Tamara Kotevska (Macedonia)

Lapü, regia di Juan Pablo Polanco e César Alejandro Jaimes

The Magic Life of V, regia di Tonislav Hristov (Finlandia, Danimarca, Bulgaria)

Midnight Traveler, regia di Hassan Fazili (Stati Uniti d’America, Qatar, Regno Unito, Canada)

Sea of Shadows, regia di Richard Ladkani (Austria)

Shooting the Mafia, regia di Kim Longinotto (Irlanda)

Stieg Larsson – The Man Who Played With Fire, regia di Henrik Georgsson (Svezia)

The Edge of Democracy, regia di Petra Costa (Brasile)

Premieres

After the Wedding, regia di Bart Freundlich

Animals, regia di Sophie Hyde

Blinded by the Light, regia di Gurinder Chadha

Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile, regia di Joe Berlinger

I Am Mother, regia di Grant Sputore

Late Night, regia di Nisha Ganatra

Official Secrets, regia di Gavin Hood

Paddleton, regia di Alex Lehmann

Photograph, regia di Ritesh Batra

Relive, regia di Jacob Aaron Estes

Sonja – The White Swan, regia di Anne Sewitsky

The Mustang, regia di Laure de Clermont-Tonnerre

Fighting with My Family, regia di Stephen Merchant

The Boy Who Harnessed the Wind, regia di Chiwetel Ejiofor

The Report, regia di Scott Z. Burns

The Sunlit Night, regia di David Wnendt

The Tomorrow Man, regia di Noble Jones

Top End Wedding, regia di Wayne Blair

Troupe Zero, regia di Bert & Bertie

Velvet Buzzsaw, regia di Dan Gilroy

Documentary Premieres

Ask Dr. Ruth, regia di Ryan White

The Great Hack, regia di Karim Amer e Jehane Noujaim

Halston, regia di Frédéric Tcheng

The Inventor: Out for Blood in Silicon Valley, regia di Alex Gibney

Love, Antosha, regia di Garret Price

Marianne & Leonard: Words of Love, regia di Nick Broomfield

MERATA: How Mum Decolonised The Screen, regia di Hepi Mita

Miles Davis: Birth of the Cool, regia di Stanley Nelson

Raise Hell: The Life & Times of Molly Ivins, regia di Janice Engel

Toni Morrison: The Pieces I Am, regia di Timothy Greenfield-Sanders

Untouchable, regia di Ursula Macfarlane

Words from a Bear, regia di Jeffrey Palmer

The Brink, regia di Alison Klayman

NEXT

Adam, regia di Rhys Ernst

The Death of Dick Long, regia di Daniel Scheinert

Give Me Liberty, regia di Kirill Mikhanovsky

The Infiltrators, regia di Alex Rivera e Cristina Ibarra

Light From Light, regia di Paul Harrill

Paradise Hills, regia di Alice Waddington

Premature, regia di Rashaad Ernesto Green

Selah and the Spades, regia di Tayarisha Poe

Sister Aimee, regia di Samantha Buck e Marie Schlingmann

The Wolf Hour, regia di Alistair Banks Griffin

Midnight

Corporate Animals, regia di Patrick Brice

Greener Grass, regia di Jocelyn DeBoe

The Hole in the Ground, regia di Lee Cronin

Little Monsters, regia di Abe Forsythe

The Lodge, regia di Veronika Franz e Severin Fiala

Memory – The Origins of Alien, regia di Alexandre O. Philippe

Mope, regia di Lucas Heyne

Sweetheart, regia di JD Dillard

Wounds, regia di Babak Anvari

Spotlight

Anthropocene: The Human Epoch, regia di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky

The Biggest Little Farm, regia di John Chester

Birds of Passage, regia di Cristina Gallego e Ciro Guerra

Maiden, regia di Alex Holmes

The Mountain, regia di Rick Alverson

The Nightingale, regia di Jennifer Kent

Kids

Abe, regia di Fernando Grostein Andrade

The Elephant Queen, regia di Victoria Stone e Mark Deeble

The Witch Hunters, regia di Rasko Miljkovic




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin