La scalata «pop» dell’orfanella Becky Sharp



Di adattamenti – cinematografici e televisivi – Vanity Fair – La fiera delle vanità, il classico di William Makepeace Thackery, ne ha subiti parecchi. La ragione è presto detta: del romanzo per eccellenza della letteratura inglese del XIX secolo a emergere è la presenza di una protagonista non più tutta virtù o vizio ma calata nella realtà quotidiana in cui vale più il buon senso che un vacuo sentimentalismo. E sulla «eroina» in pizzo e merletti ma anche sulla cotè … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin