La Scala ha restituito i 3 milioni avuti dai sauditi


scala cda sauditi pereira

Brescia e Amisano © Teatro alla Scala  


“Attila” Teatro alla Scala
 



Il Teatro alla Scala restituirà i 3 milioni già versati dall’Arabia Saudita, mentre il sovrintendente Alexander Pereira resterà al suo posto fino alla naturale scadenza del contratto. Ad annunciarlo al cda è stato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha spiegato come la restituzione si sia resa opportuna “in quanto i bonifici non hanno rispettato le regole della donazione”. La decisione di restituire l’importo è stata quindi presa all’unanimità dallo stesso consiglio. “A oggi non sono state approvare altre forme di collaborazione – ha detto Sala – A oggi si torna al punto zero. Noi non abbiamo preclusioni, non c’è una black list. O il nostro governo ci dice ‘con questi non parlate’ oppure” la Scala valuterà di volta in volta i progetti. Restituiamo i soldi, se ci saranno altre possibilità di collaborazione le valuteremo, noi non chiudiamo le porte. Non esiste che diciamo che non parliamo con i sauditi”. Quanto a Pereira, Sala ha detto che “il sovrintendente certamente rimane al suo posto, il mandato scadrà tra un anno, a oggi non è in discussione”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin