la Pininfarina Battista sfila tra le strade di New York


La hypercar elettrica sviluppata dalla nota carrozzeria italiana, ha scelto la città di New York come palcoscenico per presentarsi ufficialmente al mercato statunitense. La Battista appare così in uno speciale servizio fotografico realizzato proprio tra le vie della grande mela, quando la sua entrata in produzione dovrebbe ormai avvenire nel corso dei prossimi mesi

Pininfarina Battista

Dopo aver sorpreso ed estasiato migliaia di appassionati allo scorso salone di Ginevra, la Pininfarina Battista si presenta ufficialmente anche negli Stati Uniti, e per farlo sceglie la città di New York. Le vie della grande mela sono state infatti la passerella ideale per realizzare un esclusivo servizio fotografico avente come protagonista proprio l’auto elettrica da 1.900 CV di potenza.

La vettura realizzata dall’azienda nata dalla storica carrozzeria italiana, si presenta così in tutto il suo splendore, nell’affascinante contesto notturno della città che non dorme mai: l’atmosfera cupa e la mancanza di luce esalta ulteriormente le armoniose e ben riuscite linee di un’automobile nata per stupire grazie alla sua bellezza, ma in grado comunque di intimidire per via della sue prestazioni.

L’utilizzo di due motori elettrici sviluppati dalla società croata Rimac, consentono alla Battista di sviluppare la straordinaria potenza di 1.900 CV e 2.300 nm di coppia, che le permetteranno di raggiungere i 300 km/h in soli 12 secondi. Ad alimentare questo prodigio di tecnologia, una batteria da 120 kWh con sistema di raffreddamento a liquido.

Prima ancora che bellissima, la Pininfarina Battista é un’automobile esclusiva: ne saranno realizzati solo 150 modelli, realizzati a mano in Italia e divisi equamente tra i mercati di Nord America, Europa e Medio Oriente, al prezzo di circa 2 milioni di Euro. Più delle metà delle vetture é già stata ordinata, e negli USA i primi clienti potranno viaggiare sulla hypercar elettrica entro la fine del 2020.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin