La performance più delicata di Musa Manzini



Prodigi della scienza medica, spot per il sistema sanitario sudafricano stile Barnard o entrambe le cose. La terza craniotomia subita dal popolare musicista sudafricano Musa Manzini per rimuovere un tumore benigno al cervello è stata eseguita all’ospedale Chief Albert Luthul di Durban in condizioni particolari: durante l’intervento il paziente era sveglio (se la parte del cervello coinvolta è quella espressiva si può rinunciare all’anestesia totale) e ha continuato a suonare la chitarra, aiutando i neurochirurghi che lo stavano operando a … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin