La «divina» commedia del serial killer



Si deve ripercorrere la «parabola» di Lars von Trier, dagli anni Novanta dei primi film, del manifesto Dogma, delle masturbatorie soddisfazioni nelle Onde del destino – ovvero il piacere di intrappolare spettatore e personaggio – per cogliere le fondamenta di questo La casa di Jack, presentato lo scorso anno (fuori concorso) a Cannes – dove il regista danese tornava dopo la scomunica seguita alle dichiarazioni simpatizzanti verso il nazismo, anche questo perfettamente sintonizzato col suo fare. Della sua smania di … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin