La crisi economica «sfiducia» Rohani. Ma non è colpa sua



Durante il secondo mandato presidenziale dell’ultraconservatore Mahmoud Ahmadinejad ci avevamo fatto l’abitudine, al braccio di ferro tra governo e parlamento. Con il moderato Hassan Rohani, è la prima volta. Ieri i deputati hanno chiesto al presidente di rendere conto dell’alta disoccupazione, della bassa crescita, della svalutazione del rial (da aprile ha perso la metà del valore), del contrabbando di beni e valuta straniera, nonché delle sanzioni bancarie in essere, nonostante l’Iran abbia rinunciato alla sovranità nucleare con l’accordo del luglio … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin