La città dei tetti



C’è una città di pianura aperta ai venti e solcata dai traffici, priva di un piano che l’abbia disegnata e libera di confini che la delimitino. Man mano che si allargava dal centro alle periferie, si è allungata sopra terrazze di ville, attici di palazzi, coperture di case. Visibile dall’alto, nascosta dal basso. Costituita da mansarde, sopralzi, giardini pensili e giardini d’inverno, tralicci, pergole, gradoni, vasche e piscine, ma anche ripostigli, tettoie, cucce e pollai. Un agglomerato verticale insinuatosi a … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin