La chiamano movida libanese ma Beirut è sempre più povera



Il vecchio taxi Peugeot ha scarrozzato per anni libanesi e stranieri per tutto il paese e mostra, dentro e fuori, i segni del tempo e dell’usura. Tawfiq Abu Daus però non ha alcuna intenzione di sostituirlo con un’auto più nuova. «Finché dura me la tengo, un’automobile costa troppo, anche se usata», dice stringendo tra due dita ingiallite dalla nicotina una sigaretta che aspira con forza. LE PIEGHE E LE RUGHE del viso confermano impietosamente l’età avanzata. Tawfiq dovrebbe essere in … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin