La caduta dei confini sulle note dell’«Inno alla gioia»



Uno spettacolo poderoso, nel quale l’abbraccio tra la danza e una partitura celeberrima quale è la Nona Sinfonia di Beethoven ci conduce nel contrasto tra conflitto e pacificazione. È La Nona di Roberto Zappalà, pezzo per dodici danzatori in dialogo con il cult beethoveniano nella trascrizione per due pianoforti di Franz Liszt. Titolo tra i maggiori del coreografo catanese, ospite della 32a edizione del festival MilanOltre all’Elfo Puccini di Milano. Un pezzo di respiro internazionale per la qualità densa della … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin