Juncker: “Rigidi con l’Italia o euro a rischio”. Salvini: “Basta minacce e insulti”


Salvini: “L’Italia è un Paese sovrano”.

Salvini contro Juncker

Il ministro dell’Economia Giovanni Tria è tornato in anticipo dal Lussemburgo per ultimare la nota al Def che fa tanto discutere. Oggi ha cercato di rassicurare l’Europa, ma, stando a quanto detto dal Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, c’è ancora preoccupazione. Durante un intervento in Germania, infatti, Juncker ha etto:

“L’Italia si allontana dagli obiettivi di bilancio che abbiamo approvato insieme a livello europeo. Non vorrei che dopo aver superato la crisi greca, ricadessimo nella stessa crisi con l’Italia. Una sola crisi del genere è sufficiente. Se l’Italia vuole un trattamento speciale, sarebbe la fine dell’euro. Per questo dobbiamo essere molto rigidi”

Lo stesso Tria, prima di ripartire dal Lussemburgo, ha commentato le parole di Juncker:

“Non ci sarà nessuna fine dell’euro. Ho parlato con i commissari Moscovici e Dombrovskis, non con Juncker. Sarà una sua opinione”

Poi Tria ha spiegato meglio quel 2,4% del rapporto deficit/Pil su cui si sta tanto discutendo in questi giorni:

“È un numero che non corrisponde esattamente ad alcune regole europee ma fa parte della normale dinamica europea, è sempre accaduto a molti Paesi nel corso degli ultimi decenni, se andate a vedere il numero di Paesi che sono in regola con tutte le regole europee sono pochissimi. Non significa che non bisogna cercare di rispettarle ma ci sono delle situazioni economiche in cui bisogna fare delle valutazioni”

In serata anche il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini ha voluto replicare a Juncjer:

“In Italia nessuno si beve le minacce di Juncker, che ora associa il nostro Paese alla Grecia. Vogliamo lavorare per rispondere ai bisogni dei nostri cittadini. I diritti al lavoro, alla sicurezza e alla salute sono priorità del governo e andremo fino in fondo. Alla faccia di chi rimpiange l’Italia impaurita, quella con le aziende e il futuro in svendita. Non ci fermeranno. Basta minacce e insulti dall’Europa, l’Italia è un Paese sovrano”




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin