Julen non ce l'ha fatta



E’ stato trovato senza vita il piccolo Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo lo scorso 13 gennaio, nel sud della Spagna, a Totalan. I soccorritori hanno “trovato il corpo senza vita del piccolo” all’1:25, ha reso noto un rappresentante del governo dell’Andalusia, Alfonso Gomez de Celis, via Twitter.

Julen era caduto nel pozzo, profondo 100 metri, mentre giocava in una zona dove i genitori stavano facendo un picnic. Vicino al pozzo sono stati ritrovati il sacchetto dei dolci che il bimbo aveva in mano ed un ciuffetto di capelli.

Desgraciadamente…a pesar de tanto esfuerzo de tanta gente, no fue posible…#DEPJulen

Nuestras más sinceras condolencias a sus familiares pic.twitter.com/VVJck6QQeC

— Guardia Civil (@guardiacivil)
26 gennaio 2019

Di Julen non era stato registrato alcun segnale di vita ma questo non ha impedito ai soccorritori una corsa contro il tempo per cercare di salvarlo, scavando un tunnel orizzontale di circa quattro metri per arrivare dove poi lo hanno trovato senza vita. L’ultima microcarica era stata detonata poco dopo la mezzanotte.

“Disgraziatamente…nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile…#RIPJulen”, ha twittato la Guardia Civil.

Appresa la notizia, riporta Repubblica, il padre del piccolo ha avuto un malore ed è stato soccorso dal personale di un’ambulanza. La notizia del ritrovamento è stata twittata anche dal ministero dell’Interno spagnolo: “Dopo giorni di intense ricerche e lavoro instancabile, il corpo del piccolo Julen è stato trovato senza vita nel pozzo di Totalan”. Il ministero ha espresso condoglianze alla famiglia e il suo riconoscimento allo sforzo dei soccorritori.

Después de días de intensa búsqueda y trabajo incansable, el cuerpo del pequeño Julen ha sido hallado sin vida en el pozo de Totalán.
Nuestro pésame y condolencias a la familia.
Y nuestro reconocimiento al esfuerzo de la @guardiacivil, los mineros y todo el equipo de emergencias. pic.twitter.com/RWSUp4qkZU

— Ministerio Interior (@interiorgob)
26 gennaio 2019

Josè e Victoria, i genitori di Yulen, hanno vissuto un dramma simile nel 2017, quando morì il loro figlio di tre anni. Olivier fu colto da “morte improvvisa”, forse un infarto, mentre passeggiava su una spiaggia con il papà e la mamma. Yulen era il loro unico figlio. Il bimbo è caduto nel pozzo, mentre con la famiglia e amici passeggiava nella campagna, all’interno di una proprietà di conoscenti. 

Il caso di Alfredino Rampi

La tragedia ricorda quella di Alfredino Rampi risalente a quasi 38 anni fa. Il 10 giugno del 1981 il bambino, 6 anni, cadde in un pozzo artesiano a Vermicino, vicino a Roma. Il telegiornale diede la notizia il giorno dopo e con una disperata e inutile corsa per salvarlo prese il via una diretta che per 60 tenne gli italiani incollati alla tv. Fino all’annuncio della morte del bambino dato dal Tg1. 

 




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin