Innocente torturato per confessare chiede 66 milioni ai carabinieri



Dopo 22 anni di carcere da innocente, vittima di un clamoroso errore giudiziario, aggravato per giunta da una confessione strappata con la violenza e con la tortura – legato mani e piedi a una sedia, e per dieci ore picchiato e minacciato di morte con una pistola che gli graffiava le guance – ora Giuseppe Gulotta chiede all’Arma dei carabinieri e alla presidenza del Consiglio dei ministri oltre 66 milioni di risarcimento. Nell’atto, depositato al tribunale di Firenze dagli avvocati … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin