In valigia aveva un orangotango drogato. Fermato un turista russo


orangotango drogato in valigia

Bioparco di Roma




Un turista russo è stato arrestato all’aeroporto di Bali mentre cercava di contrabbandare un orangotango che era stato drogato e chiuso in valigia. Andrei Zhestkov intendeva tenerlo a casa come ‘animale da compagnia’ ma al passaggio sotto il metal detector è stato individuato dalla sicurezza indonesiana. Una volta aperta la valigia, gli agenti hanno trovato un esemplare maschio di due anni che dormiva, probabilmente a causa di pillole contro l’allergia ritrovate nel bagaglio.

“(Zhestkov) sembrava preparato, come se stesse trasportando un bimbo”, ha sottolineato l’ambientalista Ketut Catur Marbawa. La polizia all’interno della valigia ha anche trovato due gechi vivi e cinque lucertole. Zhestkov ha spiegato che l’orangotango era un regalo da parte di un amico che l’aveva acquistato in un mercato a Giava per 3 mila dollari, convincendolo che poteva tenerlo a casa come ‘animale da compagnia’. Ora rischia fino a 5 anni di prigione e 7 mila dollari di multa per contrabbando.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin