In fantastico equilibrio sul tenue filo della perdita



Leonora Carrington era una donna minuta, che assomigliava in bello a Karen Blixen. Di buona famiglia inglese, capelli neri, bel viso ovale, leggermente asimmetrico, un’immaginazione apparentemente sfrenata e una determinazione irlandese (come sua madre, che scriveva racconti di folclore). A quindici anni lasciò la famiglia e andò a studiare pittura a Firenze, scontentando suo padre. Tornata a Londra, si sottopose alla scuola del pittore Ozenfant che la obbligò per un anno a copiare una mela a carboncino. Su queste premesse … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin