Il teatro asfittico dell’io



Nel teatro del quotidiano, il matrimonio assume la valenza simbolica di atto d’intima connessione fra «anime gemelle». Ma non è esattamente così per Lucie/Camille, interprete di se stessa nella rappresentazione visuale che mette in scena con l’altro (nella realtà è il suo compagno) negli ambienti domestici, appena un po’ claustrofobici. Con la curatela di Christian Gattinoni che ha selezionato alcuni lavori della serie With all this darkness round me I feel less alone (2016), Lucie Khahoutian (Erevan, Armenia 1990) è … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin