Il Tartufo sa dove colpire e rimestare nel torbido



Con giocosa ironia e un tocco di sulfurea ambiguità Roberto Valerio si mette sulle tracce di Tartufo. Sono tracce inedite, non convenzionali ma subito riconoscibili. Quindi rispettose del punto di vista originale dell’autore. Il suo Tartufo Molière lo disegnò imperativo e sfuggente. Distillata anima nera, con svenevole noncuranza, ricambia di beffe e sorrisi i suoi benefattori. Sgrana il rosario e si sfrega le mani. Sa dove colpire e rimestare nel torbido. Corte e clero si ribellarono. Tartufo finì in quarantena. … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin