Il Rimpianto di Bill Gates: iOS & Android


In una recente intervista, il co-fondatore di Microsoft Bill Gates rivela il suo più grande fallimento: aver perso non solo con Apple, ma pure con Google la guerra nel settore mobile.

Durante un evento promosso da Village Global, Bill Gates ha parlato della guerra mossa prima ad Apple e poi a Google nel mondo degli smartphone, e del conseguente fallimento della sua piattaforma mobile; un insuccesso definito -parole sue- “uno degli errori più grandi di tutti i tempi.”

Microsoft non sperava di diventare Apple, ma almeno di arrivare seconda; e invece, sul podio si è piazzata Google:

“Nel mondo del software” ha dichiarato l’imprenditore, programmatore e informatico statunitense, “è facilmente prevedibile per le piattaforme. Ci sono vincitori che fanno asso piglia-tutto. Il più grande errore di tutti è stata la cattiva gestione che ho messo in campo e che ha portato Microsoft a non essere dov’è Android. Android è la piattaforma mobile non-Apple più diffusa. Era una cosa naturalmente alla portata di Microsoft. Qui davvero il vincitore fa asso piglia-tutto. Se hai la metà delle loro app, o il 90% delle loro app, sei avviato verso la completa disfatta. C’è posto esattamente per un solo sistema operativo Non Apple […].

È sorprendente per me aver compiuto uno dei più grandi errori di tutti i tempi. I nostri asset -Windows, Office- vanno ancora alla grande, siamo una società all’avanguardia. E se avessimo trovato la quadra sul mobile, saremmo la società di traino del settore.”

Non a caso, Microsoft sta lavorando ad un tablet Surface pieghevole e capace di far girare app Android; come dire: visto che gli sviluppatori non vanno alla montagna, la montagna manda tutto a ramengo e se ne va al mare con gli sviluppatori. O qualcosa del genere.

Che poi, se chiedete a noi, la verità è che abbiamo sempre ritenuto Windows Mobile un buon sistema operativo, sicuramente superiore ad Android sotto tanti punti di vista, almeno ai tempi dei primi iPhone; era un OS intuitivo, veloce e ricco di feature, perfetto per un utente alle prime armi. Ma la strategia adottata, i passi falsi coi produttori partner e soprattutto l’assenza di app (o la presenza di app qualitativamente scadenti) ha portato in poco tempo al collasso della piattaforma e al duopolio che oggi diamo per scontato.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin