Il rapporto Mueller sul Russiagate non esclude intralcio alla giustizia da parte di Trump


russiagate trump mueller 

Brendan Smialowski / Afp


Donald Trump




La pubblicazione del rapporto Mueller non scioglie i nodi del Russiagate: nella relazione di 448 pagine, come ha spiegato in una conferenza stampa il procuratore generale degli Stati Uniti, William Barr, Mueller ha analizzato “10 episodi” in cui Trump avrebbe cercato di intralciare la giustizia, ma non avrebbe trovato prove sufficienti per dimostrarlo o per escluderlo. 

“Sono fottuto, è la fine della mia presidenza”, commentò Donald Trump il 17 maggio 2017, secondo quanto si legge sul rapporto a propsoito del momento in cui fu informato sulla nomina di Mueller a procuratore speciale per il Russiagate. Mueller ha precisato che “gli sforzi presidenziali per influenzare l’inchiesta sono per lo più falliti, ma questo in gran parte è perché le persone che circondavano il presidente si sono rifiutate di rispettare gli ordini o di aderire alle sue richieste”. Trump comunque ha esultato: nessuna collusione, ‘game over’ per i democratici.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin