il premier ceco Babis è in conflitto d’interessi



Il premier ceco, Andrej Babis, ha un conflitto di interessi per il suo ruolo politico e imprenditoriale, con aziende private che hanno beneficiato di fondi comunitari. E’ quanto risulta da un rapporto confidenziale del servizio legale dell’Ue che mette di nuovo sotto pressione il leader ceco, che solo la settimana scorsa è sopravvissuto a un voto di sfiducia.  Il documento, ora trapelato alla stampa, risale al 19 novembre: secondo gli avvocati Ue, le connessioni di Babis violano il diritto comunitario e potrebbero portare alla richiesta di restituzione dei fondi.

Tuttavia, i legali sottolineano anche che al momento spetta alle autorità nazionale gestire un simile conflitto di interessi. Il caso riguarda fondi europei per decine di milioni di dollari  L’indagine della Commissione europea sulla Agrofert è stata sollecitata da attivisti cechi per la trasparenza convinti che il conglomerato di società resti di fatto nelle mani del premier, nonostante i tentativi di Babis di prendere le distanze dalle sue attività imprenditoriali. 

Il premier ha negato le accuse, sostenendo di “agire strettamente in linea con la legge come adottata dal Parlamento. Non controllo né gestisco fondi fiduciari”. Ma i Verdi europei in una nota gli hanno chiesto di “tagliare tutti i legami con il gruppo Agrofert e risolvere questo conflitto, altrimenti deve rassegnare le dimissioni da primo ministro”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin