Il piccione viaggiatore da 1,25 milioni di euro


piccione viaggiatore record armando



Batte ogni record mondiale nella storia dei piccioni viaggiatori il fiammingo Armando, comprato domenica scorsa per 1,25 milioni di euro all’asta on-line battuta dalla casa Pipa, a Knesselare, nelle Fiandre orientali. Il volatile sbanca tutti i suoi ‘colleghi’: il più costoso, di nome New Bliksem, era stato venduto a ‘soli’ 376 mila euro lo scorso novembre.

“È il Roger Federer, il Lewis Hamilton dei piccioni. Non è un novizio ma un volatile che ha volontà e coraggio. Ha già vinto numerosi premi. È uno dei migliori della storia mondiale della colombofilia”, ha commentato Fred Vancaillie, presidente dell’associazione Colombophile Unique nel comune belga di Perwez.

Ora Armando, 5 anni, non dovrà piu’ volare ma procreare nuovi campioni del suo calibro. Il pregiato volatile maschile è un esemplare dell’allevamento di Joel Verschoot, a Ingelmunster, nelle Fiandre occidentali, uno dei più rinomati del Belgio. I nuovi proprietari, la cui identità non è stata rivelata, sono cinesi. “Da una decina di anni a questa parte sono i più grandi estimatori di piccioni belgi e questa tendenza si sta sempre più accentuando. I piccioni viaggiatori belgi hanno una reputazione internazionale”, ha aggiunto Vancaillie, “nessuno si aspettava che la soglia magica di un milione di euro venisse superata alla grande”.

È il crescente interesse dei collezionisti cinesi a far esplodere i prezzi di acquisto dei volatili campioni, la cui performance consiste nel rientrare a casa per primi, seguendo il proprio istinto, dopo aver percorso anche centinaia di chilometri. Secondo l’agenzia stampa belga sicuramente “Armando verrà utilizzato a fini riproduttivi, per far nascere nuovi campioni, rimanendo in Belgio dove i prezzi di vendita sono più alti”.

I concorsi dei piccioni viaggiatori, storicamente radicati in Belgio, nei Paesi Bassi e nel nord della Francia, stavano declinando, ma l’interesse degli asiatici per la disciplina sta dando nuova vita a questa tradizione. Nel 2012, Hu Zhen Yu, ricchissimo industriale cinese, si era regalato ‘Special Blue’ per 250 mila euro, battendo il record mondiale dell’epoca.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin