Il governatore dell’Alabama ha firmato la legge che mette al bando l’aborto


aborto legge alabama incesto stupro

JULIE BENNETT / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP




Il governatore dell’Alabama, la repubblicana Key Ivey , ha firmato il provvedimento che mette al bando l’aborto nello Stato, anche nei casi di stupro e incesto. Quella dell’Alabama è la legge più restrittiva d’America sul diritto all’aborto. “Oggi ha firmato, trasformando in legge, l’Alabama Human Life Protection Act”, ha dichiarato la governatrice Ivey postando su Twutter la foto della ratifica del provvedimento licenziato ieri dal parlamento dello Stato. Rivolgendosi poi ai sostenitori della legge, ha detto che rappresenta “una forte testimonianza della profonda convinzione della gente dell’Alabama sul fatto che ogni vita sia preziosa e che ogni vita è un sacro dono di Dio”.

Da questo momento in poi i medici che praticano l’interruzione di gravidanza in Alabama, anche nei casi di stupro o incesto, commettono un crimine per il quale è prevista una pena fino a 99 anni di carcere.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin