Il futuro dei parchi affidato alla politica


Si era concluso dopo quasi un quindicennio il primo tempo della legge quadro (394/1991), quando le aree naturali protette – parchi, aree marine, riserve – sembravano costituire quell’eden per il cui avvento nel corso di tutto il Novecento si erano adoperati con forte tensione e grande tenacia singoli personaggi prima, movimenti poi, infine partiti. Della validità della legge erano prova l’impetuoso processo istitutivo di nuovi parchi, la concretezza dei primi risultati, il ruolo che le aree protette cominciavano a svolgere … Continua

L’articolo Il futuro dei parchi affidato alla politica proviene da il manifesto.


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin