Il dl Genova è legge. Il pugno di Toninelli scatena il caos



Il ministro dei trasporti Danilo Toninelli, seduto sui banchi del governo accanto alla collega pentastellata Barbara Lezzi, si alza in piedi e solleva il braccio destro con il pugno chiuso. Un pugno chiuso a sua insaputa, si direbbe, perché è solo un gesto di esultanza per l’approvazione del decreto Genova, a tre mesi dal crollo di Ponte Morandi. L’opposizione non gradisce, si scatena un putiferio, «non rispetta i morti di Genova», si sente urlare dai banchi del Pd. Non solo … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin