Il centrodestra conquista anche la Sardegna


elezioni sardegna solinas



Mentre lo spoglio è ancora in corso, i dati sulle elezioni regionali in Sardegna confermano e amplificano quelli del voto in Abruzzo: ampia affermazione del centrodestra, con la Lega leader indiscussa della coalizione; un centrosinistra molto indietro ma in ripresa, grazie a un candidato “esterno” e al di fuori delle liti che lacerano il Pd; un M5s la cui parabola discendente appare in accelerazione. 

A scrutinio ancora in corso, Christian Solinas è attorno al 48% contro il 33% del candidato del centrosinistra Massimo Zedda che ammette la sconfitta. Crolla il M5s, che con Francesco Desogus si attesta intorno all’11%. Salvini esulta: “La Lega vince ancora, è 6 a 0 sul Pd”. Conte e Di Maio: assicurano che dal voto non ci sarà nessuna conseguenza sul governo.

Il centrodestra è al 52,05%, quando in Sardegna sono state scrutinate per il voto di lista 1.043 sezioni su 1.840. Il centrosinistra è al 30,23%. Secondo questi dati, il Pd risulta ancora il primo partito col 13,05%, sempre davanti alla Lega col 11,87% e seguito dal Psd’Az col 10,08%, FI con il 8,01%. Il M5S è al 9,67%, Sardegna2020 (una delle liste del centrodestra col consigliere regionale azzurro uscente Stefano Tunis) è al 4,10%, Fratelli d’Italia al 4,92% e LeU al 3,75%. I Riformatori sono al 4,72%, l’Udc al 3,98%. Il Partito dei sardi è al 3,26%, Sardi liberi al 2,04%, Autodeterminatzione all’1,98% e Sinistra sarda allo 0,64%. Sulle liste risultano 198 voti contestati, per il presidente 42.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin