Il caso delle dichiarazioni fasulle di Dijsselbloem contro l’Italia


intervista falsa dijsselbloem attacco mercati italia



Per gli euroscettici, pochi bersagli sono facili come l’ex presidente dell’Eurogruppo, l’olandese Jeroen Dijsselbloem, che un anno fa accusò gli stati spendaccioni del meridione di dilapidare in “donne e alcol” i risparmi delle operose formiche mitteleuropee. Non volle nemmeno scusarsi per quell’uscita infelice, che gli costò una dura reprimenda da parte del presidente dell’Europarlamento, Antonio Tajani. Personaggio poco diplomatico, spesso criticato per la sua difesa a oltranza dell’austerità (che un top manager di una grande banca europea definì “ideologica”), Dijsselbloem era insomma il soggetto perfetto per un’operazione di distorsione della realtà come quella operata da Pandora Tv, uno dei tanti canali in bilico tra controinformazione e pure e semplici balle, che ha riproposto una sua intervista alla Cnbc nel quale l’ex ministro delle Finanze olandese commenta la recente legge di bilancio italiana. Una voce fuori campo, ne riassume il contenuto. O meglio, come ha rivelato Il Post, gli mette in bocca qualcosa che non ha mai detto: un invito ai mercati ad attaccare l’Italia per riportarla nei ranghi.

A far esplodere il caso è stata la pagina del Movimento Cinque Stelle Europa, che lo aveva condiviso lo scorso 30 ottobre, con il titolo “GOLPE FINANZIARIO CONTRO L’ITALIA”. Nel testo che in origine accompagnava il filmato, ricostruisce Sky, si spiega così la vicenda: “Jeroen Dijsselbloem è un politico olandese alleato del Pd in Europa. Le sue ultime dichiarazioni fanno rabbrividire. In una intervista alla Cnbc invita apertamente i mercati a punire l’Italia facendo salire gli interessi sul debito. Questa è l’ennesima conferma che l’establishment finanziario è contro il popolo. Ci fanno la guerra perché abbiamo chiuso il rubinetto a banche e lobby! La notizia è stata ripresa da Zerohedge, nessun telegiornale italiano invece riportato le sue dichiarazioni”.

Secondo il video di Pandora Tv, Dijsselbloem avrebbe affermato che, per fermare Roma, occorrerebbe, “dare ordine a Draghi e alla Bce di far salire lo spread, per portare al fallimento le banche italiane, già riempite di titoli di stato”. Il politico olandese, prosegue la voce fuori campi, “invita apertamente i mercati a lanciare un attacco alle finanze italiane, spiegando loro anche come devono fare, e cioè orchestrando un danno ai titoli italiani, facendo così salire gli interessi sul debito all’Italia”. Se si guarda l’intervista integrale, si scopre però che Dijsselbloem non ha mai detto niente del genere. E, qualunque cosa si pensi di Zerohedge (il M5s lo definisce “una prestigiosa rivista online americana”, il Post un “blog molto poco rispettato dagli analisti, associato alla destra radicale e complottista”), il relativo articolo non fa alcuna menzione delle frasi che il video attribuisce a Dijsselbloem. 

Cosa ha detto davvero Dijsselbloem

Sulla manovra tra l’Italia e l’Ue “ci sarà uno scontro, e la Commissione non ha altra scelta che accettare lo scontro. Ma un ruolo lo avranno anche le autorità bancarie di controllo, e i mercati. Se si guarda a quel che serve all’Italia per rifinanziare il suo debito e i suoi piani di spesa, parliamo di 250 miliardi di euro, i mercati dovranno guadare con molta attenzione”, aveva detto Dijsselbloem. Alla domanda se l’Italia sia paragonabile alla Grecia, l’olandese risponde: “Siamo in un’altra era. Con la Grecia c’era il timore che il contagio si diffondesse all’intera Eurozona e al suo sistema bancario. Ovviamente, l’Italia è molto piu’ grande ma proprio per questo deve finanziarsi di più. Il debito sovrano italiano è per la maggior parte in mano a investitori italiani, fondi pensione italiani e banche italiane”. “Questo ha dei pro e dei contro”, spiega l’ex presidente dell’Eurogruppo: da un lato in caso di “un’implosione, di problemi, tutta l’economia interna verrebbe colpita”, ma dall’altra parte “l’unico modo per uscirne è che gli italiani, i consumatori, gli elettori, si rendano conto della situazione, e la correzione possa iniziare dall’interno, si spera”. Non un invito ai mercati perché attacchino il Paese, insomma. Su Facebook, il M5s non ha però fatto marcia indietro. 

Nel post non viene ammesso di aver pubblicato quella che a tutti gli effetti è una bufala. “Nel video che abbiamo diffuso, realizzato da Pandora TV, sono riportate alcune di queste dichiarazioni e altre considerazioni dell’autore del servizio che nascono da alcuni inoppugnabili dati di fatto”, si legge. Quali?

“Dijsselbloem non è nuovo a gaffe nei confronti dei Paesi del Sud Europa. Sempre lui in un’altra intervista aveva accusato Italia, Spagna e Grecia di spendere tutti i soldi in alcol e donne. Dijsselbloem, da Presidente Eurogruppo, ha appoggiato il piano di salvataggio della Grecia che ha massacrato milioni di cittadini con tagli a stipendi, pensioni, sanità e istruzione. Sempre lui ha avallato nel 2013 il prelievo forzoso nelle tasche dei risparmiatori ciprioti per salvare le banche”. Tutto ciò è vero. Sfugge però come questi fatti possano giustificare l’aver messo in bocca a un politico qualcosa che non ha mai detto. “Fare informazione significa anche raccontare queste verità che qualcuno, nostalgico dell’establishment finanziario, vorrebbe occultare”, chiosa il Movimento 5 stelle europeo. Ma che Dijsselbloem abbia invitato i mercati ad attaccare l’Italia o Draghi a far alzare lo spread non è una verita, è una balla. E questo è tutto fuorchè fare informazione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin