“Il bipolarismo sta tornando. I 5 stelle decidano da che parte stare”


veltroni repubblica bipolarismo



“Il Pd deve saper declinare i suoi valori in questo tempo della storia. Vengono oggi messi in discussione valori fondamentali, sociali, civili e umani. E questo vale anche per lo ius soli”. Walter Veltroni, intervistato da Repubblica, sottolinea che “su temi come questo non bisogna avere paura di mettersi controcorrente. La sinistra non deve mai avere paura di essere se stessa”. Alle primarie “ho votato per Zingaretti, con convinzione”, ha detto l’ex segretario del Pd.

“È stato sconcertante impiegare un anno per avere di nuovo un segretario. Ma ora c’è. E l’unica voce deve essere quella del leader. Quando dice che dobbiamo cambiare tutto, radicalmente, io lo prendo in parola”. Veltroni è convinto che si voterà presto: “Questo governo reggerà fino alle europee. Ci aspetta una manovra durissima e, davanti alla verità dei fatti, il governo non resisterà. E siccome non ci sono alternative possibili in Parlamento, si tornerà a votare”. Matteo Salvini “ha tutto l’interesse ad accelerare la fine del governo, perché tra poco la gente inizierà a chiedere conto delle promesse, a cominciare da quelle sull’immigrazione”.

Il voto anticipato converrebbe anche all’M5s “perché più dura questo esecutivo, più perdono voti e identità”. Per Veltroni “tra poco saranno i 5 stelle, e non il Pd, a dover decidere da che parte stare”, “nel senso che è ora di ricostruire in questo Paese un sano bipolarismo tra centrosinistra e destra”. 

E a proposito della necessità della sinistra di ritornare ai propri valori, Veltroni dice che considerare i colossi del web e della Silicon Valley un modello di progressismo è stato “un errore”, perché “da un lato questi soggetti hanno prodotto straordinarie opportunità di conoscenza e socializzazione. Dall’altro sono come le sette sorelle, le compagnie del petrolio contro cui combatteva Enrico Mattei. In dieci anni quattro soggetti – Facebook, Apple, Amazon e Google -hanno disarmato la democrazia e preso il controllo mondiale di ogni aspetto della nostra vita pubblica e privata. Ma il peggio è che con ogni movimento delle nostra dita questi colossi producono per loro una ricchezza della quale non restituiscono nulla, né sotto forma di tasse né sotto forma di garanzie di corretta informazione”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin