i 5 modelli da poster dell’era moderna, supercar per sognare


Sono modelli in tiratura limitata, che fissano le tappe dell’eccellenza Ferrari, regalando emozioni da sogno agli appassionati e ai fortunatissimi proprietari: sono le supercar Ferrari.


ferrari f40

La storia della Ferrari è costellata di auto speciali, alcune delle quali più delle altre. Fra i modelli più esclusivi dell’era moderna ce ne sono 5 in tiratura limitata che si distinguono dal resto del prestigioso listino. Sono supercar da poster, che fanno sognare ad occhi aperti.

I nomi fanno vibrare le corde emotive degli appassionati, che vivono un profondo amore nei confronti di tali gioielli: LaFerrari, Enzo, F50, F40 e Gto.

Seguiteci nel nostro cammino alla scoperta di questi gioielli da sogno del “cavallino rampante“, che esprimono al meglio il livello dell’arte, della competenza e della filosofia della casa emiliana, scrivendo scenari speciali in termini di bellezza, prestazioni, emozioni e tecnologia.

Ferrari LaFerrari e LaFerrari Aperta

ferrari laferrari

LaFerrari (e la sua versione en plein air LaFerrari Aperta) è la regina della produzione del cavallino rampante. Nella sua meccanica di alta classe si condensa la migliore tradizione del mito automobilistico italiano. Massima sintesi del know-how acquisito in Formula 1 e nella realizzazione delle vetture stradali, questa vettura rappresenta il più ambizioso progetto della casa emiliana per ridefinire i limiti della tecnologia automobilistica. Il risultato è una supercar dalle prestazioni estreme, che sfrutta le soluzioni tecniche più evolute.

Con lei i sistemi ibridi debuttano nella produzione di Maranello: il motore termico V12 da 6.3 litri, con 800 cavalli all’attivo, si combina infatti all’unità elettrica da 120 Kw (163 CV), per una potenza complessiva di 963 cavalli, in un matrimonio che coniuga senza soluzione di continuità i vantaggi delle due propulsioni. L’elevata coppia fornita dal motore elettrico ai bassi giri sposa in modo ottimale le doti del motore termico agli alti regimi. Il risultato è una spinta eccezionale e costante, con una coppia di 900 Nm.

Il possente cuore, che potrebbe fornire l’energia per illuminare un piccolo paese, garantisce prestazioni straordinarie, divertimento di guida e un sound inconfondibile. Il transfer tecnologico dalla Formula 1 emerge a tutti i livelli, come nella progettazione e realizzazione del telaio, curato in modo brillante da una squadra di tecnici che si è giovata del contributo di Rory Bryne, noto progettista di monoposto vincenti della scuderia di Maranello.

Ferrari Enzo

ferrari enzo

Questo modello è l’espressione tangibile della capacità tecnologica dell’azienda che ha saputo interpretare meglio di tutte le altre i sogni degli appassionati. Vero concentrato di finezze progettuali, attinte a piene mani dai bolidi “rossi” che corrono nei Gran Premi, la creatura del “cavallino rampante” è una vera gioia dei sensi.

Efficienza è la sua ragion d’essere e tutti gli studi sono stati orientati allo scopo. Il risultato è un missile da oltre 350 km/h, che accelera meglio di un jet militare. L’impianto frenante, in materiale carboceramico, sarebbe sufficiente a fermare in pochi metri anche un treno lanciato alla massima velocità.

Niente sulla Enzo è lasciato all’improvvisazione e tutto, anche il più piccolo dettaglio, ha una precisa utilità funzionale. Lo stile dell’aggressiva carrozzeria è stato elaborato con l’obiettivo di agevolare lo scorrimento dell’auto nell’aria, sfruttando al contempo lo scorrimento dell’aria sull’auto per generare un tale carico deportante (ben 775 kg a 300 Km/h) da incollare il “mostro” all’asfalto. Giochi di prestigio che solo ai maghi di Maranello potevano riuscire!

Poi c’è il motore, cuore pulsante di questa “rossa”, tutto grinta e passione, sintesi perfetta di potenza e di coppia; raffinato e tecnologico, dispensatore di melodie rossiniane e di umane passioni. Non un insignificante ammasso di metalli finemente lavorati, ma una meteora che sprigiona energia pura, fieramente esibita da ognuno dei suoi oltre 660 cavalli, per regalare autentiche emozioni intrise di nobile storia a un pubblico di appassionati dal palato raffinato.

Ferrari F50

ferrari f50

Questa superba sportiva non ha mai avuto il giusto riconoscimento, come è invece successo per le altre dell’elenco odierno. Eppure è una vettura straordinaria, con una tecnologia sublime e una capacità di regalare emozioni che non teme il confronto con le più celebrate sorelle.

In essa è molto intenso il rapporto con le corse. Discende dalla monoposto del 1991 e presenta numerose analogie con i bolidi di Formula 1. La sua raffinata dotazione comprende la monoscocca in fibra di carbonio, con gruppo motopropulsore imbullonato e collocato posteriormente che, insieme alla trasmissione, svolge una funzione portante.

L’uso dei materiali compositi si estende alla magnifica carrozzeria, firmata Pininfarina, che sfrutta al meglio l’effetto suolo e garantisce la possibilità d’impiego a cielo aperto. Il cuore pulsante di questa “rossa” è un magnifico 12 cilindri a V di 65° da 4.7 litri, anch’esso derivato dalle auto da Gran Premio, che sfoggia 520 energici cavalli, accompagnati da un sound da pelle d’oca. La purezza dinamica di questa dodici cilindri è unica, regalando un’esperienza di grande qualità sensoriale.

Ferrari F40

ferrari f40

La F40 è l’oggetto stradale più simile ai velocissimi jet che solcano i cieli, ma è anche un condensato della storia della marca, interpretata ai più alti livelli. Nessun’altra vettura è riuscita ad esprimere una così vistosa aggressività, in una forma comunque estremamente elegante. Incredibili le sue performance.

È vera scultura su quattro ruote, che cattura lo sguardo e fa schizzare in alto le pulsazioni cardiache. Forse è la “rossa” più affascinante dai tempi della 330 P4. Ogni volta rivederla è come ammirarla per la prima volta. Purissime le emozioni elargite agli appassionati, che ricambiano con venerazione il suo carattere forte e corsaiolo.

La Ferrari F40, spinta da un cuore vulcanico con 478 cavalli all’attivo, è il mito per antonomasia dell’era moderna. Quest’auto sportiva è in cima ai sogni di ogni appassionato. È la classica supercar da poster, quella che tutti vorrebbero in garage. Alcuni, negli anni, sono riusciti a coronare il desiderio di possederla. Beati loro.

Ferrari GTO

ferrari gto

È una delle opere di Maranello più belle di tutti i tempi. I muscoli della sua carrozzeria conquistano al primo sguardo. Questa vettura, nata nel 1984, sfrutta l’esperienza della Formula 1, con ampio impiego di materiali compositi.

L’otto cilindri biturbo di 2.855 cc spinge con forza travolgente, grazie ai 400 scalpitanti cavalli. Ogni pressione sul pedale dell’acceleratore si traduce in uno schiacciamento delle vertebre sul sedile, fino ai 305 km/h di velocità di punta. Una vera belva, da vivere nella guida e da ammirare nello stile.

Impossibile resistere al fascino delle sue forme, eleganti e muscolose, che raccontano al meglio la tradizione del “cavallino rampante”. Se ci fosse un Nobel per la bellezza sportiva, la GTO si giocherebbe il successo insieme alla F40, sua discendente spirituale.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin