Holly, la detective dell’incubo



Stephen King non può smettere di scrivere. È prolifico come i grandi autori dell’800 e come loro rientra, nella divisione fondamentale tra i romanzieri da lui stesso tracciata, tra quelli che scrivono per il pubblico e non per se stessi. A differenza degli autori ottocenteschi non è incalzato dalla necessità economica ma dal bisogno di raccontare storie, usandole per descrivere l’America distante dalle metropoli, l’immensa provincia, la pancia degli Stati uniti. SPRONATO dal suo stesso insaziabile bisogno di narrare, l’autore … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin