Halya e la guerra dimenticata



«Ora vediamo solo la luce degli spari e non capiamo da dove provengono le bombe. È difficile alla mia età affrontare questa situazione, però qui nel rifugio mi sento sicura», erano le parole di Maria, 82 anni, che nel febbraio 2015 si trovava nel bunker antiatomico di Trudovskie nel quartiere omonimo di Donesk. Tre anni fa la guerra nel Donbass era cruenta, le periferie delle città erano completamente distrutte dai bombardamenti, le persone perdevano la vita mentre dormivano in casa … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin