ha bloccato e fatto multare un nigeriano a Salerno


L’ex Sindaco di Salerno, ed attuale Governatore della Campania, ha bloccato e fatto multare un nigeriano che chiedeva l’elemosina davanti ad un supermercato

Vincenzo De Luca è tornato a vestire i panni dello “sceriffo” come in passato faceva da Sindaco di Salerno, partecipando in prima persona ad alcune operazioni della Polizia municipale. Il Governatore della Campania ieri, intorno alle ore 12, ha notato un extracomunitario che chiedeva l’elemosina davanti ad un supermercato di via Quaranta a Salerno. È quindi sceso dalla sua vettura e, insieme al suo autista e ad un vigile urbano, ha chiesto i documenti all’uomo.

L’uomo è risultato essere un nigeriano di 28 anni, incensurato, che ha il permesso di soggiorno scaduto da 2 anni e vive in un centro d’accoglienza della città di Salerno. Il giovane una volta giunto al comando della polizia municipale avrebbe riferito di essere molto affamato ed avrebbe quindi chiesto di poter mangiare una banana che aveva con sé, comprata proprio nel supermercato davanti al quale stava chiedendo l’elemosina. La polizia municipale l’ha multato per accattonaggio.

Il Governatore da settimane denuncia “il fenomeno intollerabile dell’accattonaggio molesto davanti ai supermercati e alle farmacie“. Secondo De Luca si tratterebbe di un “fenomeno organizzato dalla criminalità“. Il Governatore non ha mai spiegato chiaramente chi gli avrebbe riferito dell’esistenza di questo racket, che giustificherebbe certamente un’operazione di repressione da parte delle forze dell’ordine. A questo punto sarebbe utile che De Luca denunciasse quanto a sua conoscenza; viceversa iniziative personali di questo tipo potrebbero essere tranquillamente bollate come un atto di prepotenza ai danni di un poveretto affamato.

L’accattonaggio molesto è sicuramente un problema, ma essere poveri e affamati non può rappresentare una colpa.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin