Governo e giornali, pericolosi colpi di testate



Le incaute dichiarazioni del vice-premier Luigi Di Maio contro il gruppo Gedi (Repubblica, Espresso, Secolo XIX, Stampa) sono un pessimo sintomo. Come certi indicatori in una visita medica sono presaghi di problemi seri, così attaccare la libertà di informazione è sempre l’anticamera di qualcosa di brutto. Criticare è giusto, anche aspramente. Maramaldeggiare sulle difficoltà di una componente importante dell’editoria è tutt’altro: è l’esibizione del volto autoritario che sta dietro al maquillage popolar-populista. L’uscita sconcertante di Di Maio si accompagna a … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin