“Governati per metà da fascisti e per metà da coglioni”


Gino Strada

Il medico e attivista Gino Strada, fondatore della Ong Emergency, attacca senza mezzi termini l’esecutivo di Giuseppe Conte e il modo in cui sta affrontando l’emergenza dei migranti, col Ministro dell’Interno Matteo Salvini che sta facendo della lotta all’immigrazione la propria bandiera, trovando il supporto incondizionato dei suoi sostenitori mentre decine di persone continuano a morire in mare.

Strada, intervenuto oggi a Circo Massimo su Radio Capital, non ci è andato affatto leggero:

Gli esseri umani non sono sacchi di patate, che vengono dirottati, tu ne prendi 10, io 15. Ma dico siamo impazziti? Questo è un mondo di barbari. Qui stiamo tornando con le stesse logiche di tempi che speravamo non dovessero più ripresentarsi. Questa idea di un europa che si chiude con muri è un’idea che ha un nome molto chiaro: l’idea della fortezza europa è un’idea hitleriana.

Il fondatore di Emergency dà voce ai tanti detrattori dell’esecutivo gialloverde, ma anche del governo precedente che avrebbe dato il via a questo tipo di politiche, dando voce a quegli italiani convinti erroneamente che il problema del Paese sia riconducibile alla questione dei migranti:

Siamo di fronte a un governo razzista e fascista che non ha nessun problema a lasciar morire persone. Non è una grande novità perché questo terreno è stato preparato dal governo precedente e dal ministro degli Interni precedente.

Se le posizioni della Lega non sono affatto una sorpresa, a stupire è come il Movimento 5 Stelle abbia subito condiviso la linea di Salvini. Questo, secondo Strada, “è un segnale terribile“:

Quando alla fine si è governati da una banda dove una metà sono fascisti e l’altra metà sono coglioni non c’è una grande prospettiva per il Paese.

Strada va anche all’attacco di Salvini, vero padre-padrone di questo esecutivo. Anche in questo caso, l’attivista non ci va affatto leggero:

Mi stupisce la completa disumanità di questo signore. È un atteggiamento che non è soltanto non solidale o indifferente, ma è gretto, ignorante. È un atteggiamento criminale, questi sono dei criminali, dobbiamo svegliarci ci stanno ammazzando la gente sotto i nostri occhi e li sta ammazzando un governo che, purtroppo, molti italiani hanno anche assecondato e votato.

Salvini continua a dichiarare ossessivamente di agire per conto di tutti i cittadini italiani, anche se i risultati delle elezioni parlano chiaro: “Il nuovo fascistello, che indossa tutte le divise possibili eccetto quella dei carcerati, non ha preso il 90 per cento dei voti“.

Strada è convinto che tantissimi italiani, forse anche la maggior parte, non la veda come Salvini e invita tutti a scendere in strada prima che la situazione peggiori ulteriormente:

I cittadini devono organizzare una resistenza di fronte a questa nuova barbarie, a questo nuovo fascismo misto a incompetenza e a bullismo che sta dilagando. Credo che gli italiani non siano questi mostri che vengono dipinti, ma siano sempre stato un popolo molto solidale e aperto. Sarebbe ora di farsi sentire. Mi rifiuto di credere che in Italia ci sia stato questo cambiamento antropologico in pochi anni.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin