GM investe 300 milioni in Chevrolet


Mary Barra annuncia 300 milioni di dollari di investimenti nella fabbrica di Orion, in Michigan, per produrre l’auto elettrica erede della Chevrolet Bolt EV.


Il brand americano General Motors conferma il suo impegno nei confronti delle auto elettriche: dopo le dichiarazioni di intenti e il piano industriale della CEO Mary Barra, ora arrivano i soldi. Ammonta a 300 milioni di dollari l’investimento che GM ha appena lanciato per convertire la fabbrica di Orion Township in Michigan: da qui uscirà un nuovo modello Chevrolet completamente elettrico a batterie.

La nuova linea produttiva porterà l’azienda a riassorbire 400 lavoratori, che si andranno ad aggiungere a quelli già impegnati nella costruzione dell’attuale Chevrolet Bolt EV, di cui il nuovo modello sarà una evoluzione. I dettagli su questa nuova macchina elettrica, però, verranno annunciati solo in futuro, quando l’azienda si avvicinerà alla produzione di serie.

Non è noto, ad esempio quale sarà la piattaforma che farà da base a questo modello ma si sa solo che il nuovo modello sarà una “versione avanzata della Bolt basata sulla stessa architettura“.

Da notare, inoltre, che sia questo nuovo modello Chevrolet sia i 400 lavoratori sono aggiuntivi rispetto al piano iniziale della Barra, che prevedeva il lancio delle prime auto elettriche del gruppo GM solo tramite il brand Cadillac. Ed è anche una sterzata dal punto di vista industriale, visto che Chevrolet è un brand decisamente meno premium e molto più popolare rispetto a Cadillac.

Questo nuovo veicolo elettrico Chevrolet – ha detto la Barra – è un ulteriore passo avanti positivo nel nostro impegno verso un futuro tutto elettrico. GM continuerà a investire nelle nostre operazioni negli USA, dove vediamo opportunità di crescita“.

La fabbrica di Orion è stata preferita ad altri impianti al di fuori degli States perché già produce la Bolt EV, oltre la Sonic e la Cruise di test per la guida autonoma. Si limiteranno, in questo modo, le ore lavoro inutilizzate in questo impianto, ottimizzando i costi.

Ad oggi sono circa 1.100 i dipendenti GM dislocati in altre fabbriche in ossequio al piano Barra di ristrutturazione del gruppo General Motors.

I 300 milioni destinati all’impianto di Orion rientrano in un piano complessivo da 1,8 miliardi di dollari messo sul tavolo da GM per ristrutturare le attività produttive. Altri impianti che hanno già ricevuto investimenti sono quelli di Spring Hill, Delta Township e Romulus (tutti in Michigan). Altri investimenti, in altre fabbriche, saranno annunciati in futuro.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin