Gli abitanti di Calgary non vogliono le Olimpiadi. Potrebbero restare in corsa il tandem Milano-Cortina e Stoccolma


Olimpiadi 2026 Calgary

JONATHAN NACKSTRAND / AFP 


I portabandiera guidano le delegazioni durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali PyeongChang 2018




I residenti di Calgary non vogliono che la città si candidi a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026: nel referendum consultivo, il no ha vinto con il 56,4% dei voti mentre a favore si è schierato il 43,6% tra gli oltre 300 mila elettori che si sono espressi. Sono i risultati ancora non ufficiali postati su Twitter dal municipio, mentre venerdì si avrà la risposta definitiva.

“La gente ha parlato, tanta gente, e l’ha fatto chiaramente. E questa è una chiara direzione su dove andare”, ha commentato il sindaco di Calgary, Naheed Nenshi, aggiungendo di essere personalmente deluso dal voto. Il consiglio comunale si riunirà lunedì per votare e probabilmente sospenderà il procedimento di candidatura. Una scelta che si tradurà nella perdita di 700 milioni di dollari canadesi in fondi da parte dello Stato di Alberta destinati a finanziare i Giochi.

Se così sarà, in ballo per le Olimpiadi invernali 2026 restano Milano-Cortina e Stoccolma. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin