Gilet gialli incendiano prefettura. Macron: “Vogliono il caos”


gilet gialli macron

 (Afp)


È guerriglia sugli Champs-Elysees dove migliaia di Gilet gialli si sono radunati per protestare contro le iniziative del presidente francese Emmanuel Macron




È stata data alle fiamme anche una prefettura, quella dell’Alta-Loira, a Puy-en-Velay, durante un raduno di ‘gilet gialli’, poi degenerato, in Francia. L’incendio comunque è stato “circoscritto”, hanno reso noto fonti dei servizi della prefettura.  I manifestanti hanno “lanciato proiettili infiammabili di tipo molotov” che hanno scatenato le fiamme nella prefettura e in altri uffici amministrativi vicini, ha spiegato un portavoce. 

“Rispetterò sempre il dissenso ma non accetterò mai la violenza”, ha dichiarato il presidente francese, Emmanuel Macron, dall’Argentina dove ha partecipato al vertice del G20, intervenendo sugli scontri avvenuti nel corso dell’intera giornata in Francia. 

“Quello che è successo non ha nulla a che fare con l’espressione pacifica della rabbia legittima. Nulla giustifica questi eccessi”, ha aggiunto il presidente durante la conferenza stampa al termine del summit. “Vogliono il caos, ma tradiscono le cause che pretendono di servire”, ha proseguito Macron, assicurando che i responsabili “saranno identificati e giudicati in tribunale”. 

Polizia e dimostranti si sono scontrati a Parigi, dove i gilet gialli sono tornati a manifestare sugli Champs Elysees. Almeno 92 i feriti, tra cui 14 agenti, mentre sono 205 i fermati.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin