Genova, gli sfollati rientrano a casa prima della demolizione


ponte morandi a Genova

Sono iniziate questa mattina, e proseguiranno per anche domani, le operazioni di rientro a casa per 25 famiglie che prima della tragedia di Genova dello scorso agosto vivevano nelle palazzine situate proprio sotto al viadotto Morandi.

Si tratterà di un ritorno a casa per una manciata di ore, prima che quelle palazzine saranno abbattute. Un primo gruppo, dopo l’attivazione di tutte le procedure di sicurezza da parte della protezione civile, è potuto rientrare in casa alle 8 di oggi, lunedì 6 maggio 2019, per poter recuperare gli effetti personali e ciò che vogliono salvare dalla distruzione.

Si continuerà nel pomeriggio con un altro gruppo e ancora domani con altri cittadini, mentre nel fine settimana saranno le famiglie residenti nel quadrato più esterno a poter rientrar a casa. Quando le operazioni si saranno concluse, le abitazioni saranno abbattute per permettere il corretto smantellamento del viadotto Morandi in vista della sua ricostruzione.

Franco Ravera, portavoce del Comitato degli Sfollati, ha commentato con emozione e tristezza la possibilità data a queste famiglie dalla protezione civile:

Viviamo un doppio sentimento: da una parte l’emozione di poter rientrare, dall’altra lo strazio e la consapevolezza che sarà per l’ultima volta. Non le vedremo più. Sarà straziante perché sarà davvero l’ultima volta, per i ricordi che susciterà entrare e perché andarsene è stata una violenza, ma deve essere anche un modo per voltare pagina.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin